Contenuto principale

The slider has no content to display.

ACCONTO IMU 2020

che entro 16 giugno 2020 deve essere effettuato il versamento della 1° rata o unica soluzione dell’I.M.U. dovuto per l’anno 2020

Da questo anno, la Legge di Bilancio 2020 ha abolito la TASI e l’IMU componenti della IUC, prevedendone l’unificazione.

L’imposta, denominata “nuova IMU”, in vigore dal 2020, mantiene in linea generale gli stessi presupposti soggettivi e oggettivi, disciplinati dalla normativa per l’annualità 2019.

L’ IMU non è dovuta per:

·         l’abitazione principale;

·         le pertinenze dell’abitazione principale, se classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate.

Sono escluse dall’esenzione le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1,A/8 e A/9.

Si informa inoltre, che l’art. 177 D.L. 34/2020, ha disposto l’esenzione dell’acconto IMU per i seguenti immobili:

a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;

b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù', dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Il pagamento dell’imposta avviene in due rate, ossia:

- 16 giugno per l'acconto

- 16 dicembre per il saldo.

Per i contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche a causa della pandemia COVID-19, con apposita delibera di Consiglio Comunale, è stato differito il termine di versamento relativo alla prima rata dell’IMU 2020 al 30 settembre 2020

Lo stato di necessità dovrà essere attestato entro il 30 Settembre 2020 a pena di decadenza dal beneficio, su modello predisposto dal Comune da reperire sul sito dell’ente

Il versamento dell’acconto IMU 2020 dovrà essere pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019 e dovrà essere eseguito con il modello F24.

L’aliquota IMU da applicare è 9,30 per mille per i fabbricati mentre per le aree edificabili è 8,60 per mille.

La base imponibile IMU è ridotta del 50% per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo (comodante) ai parenti in linea retta entro il primo grado, vale a dire genitori e figli (comodatari), che le utilizzano come abitazione principale.

La norma prevede come ulteriori condizioni per poter beneficiare della riduzione che:

·         il contratto di comodato sia registrato presso l’Agenzia delle Entrate

·         il comodatario (chi riceve in comodato l’abitazione) deve utilizzare l’immobile ricevuto in comodato come propria abitazione principale

·         il comodante (colui che cede in comodato l’abitazione) deve risiedere anagraficamente nonché dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato e deve possedere un solo immobile ad uso abitativo sul territorio nazionale. Il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante, oltre all’immobile concesso in comodato, possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

L’Ufficio Tributi è a disposizione per qualsiasi chiarimento al seguente n. di telefono: 0828-241222.

Si riceve nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e il pomeriggio dalle ore15,30 alle ore 17,30. Posta elettronica: orietta.protopapa@comune.campagna.sa.it

Allegati:
Scarica questo file (MANIFESTO - ACCONTO IMU.pdf)MANIFESTO - ACCONTO IMU.pdf[ ][ ]125 kB